DUBAI? PER ME E’ L’HUMMUS (RICETTA AMC / BIMBY)

DUBAI: che cosa ricorderò?

La sensazione di incompletezza, l’ordine, la quantità d’acqua a disposizione (e, di conseguenza, la pulizia e il verde), il sorriso e l’eleganza delle donne, gli aromi e… l'”HUMMUS” di ceci.

 

L’ INCOMPLETEZZA

Dubai è nuovissima, con grattacieli lussuosi e scintillanti.

L’architettura è molto particolare: ha richiami arabi, è luccicante e dorata, eppure non scade (quasi) mai nel pacchiano.

Molte parti del centro sono ancora dei cantieri.
Per questo, zone popolate da gruppi di palazzi si alternano a zone “vuote”.
E, per questo, la città mi è sembrata “incompleta”.

 

 

 

 L’ORDINE
Ordine nel senso che non c’è delinquenza.
La polizia è ovunque.
In borghese.
La cosa è un po’ inquietante, lo so.
Ma dà anche molta tranquillità.
 

 

L’ACQUA

Tanta, tantissima, a disposizione di tutti.
E siamo nel deserto.

Un desalinizzatore ultrapotente la pompa dal mare (creando, si dice, problemi all’ecosistema).

In tutti gli hotels, potresti mangiare per terra, tanto sono puliti.

I giardini sono tanti, verdissimi ed estremamente curati.
Il campo di golf di Dubai è uno dei più grandi al mondo.

 

 

 

LE DONNE

Non le puoi fotografare.

Portano l’abaya, un lungo soprabito nero lungo fino ai piedi.
Coprono il capo con un foulard, o con un telo che lascia liberi solo gli occhi, o addirittura con un velo che copre completamente il viso.

Sotto queste vesti così caste, sembrano invece proprio modaiole: sandali vistosi, colori vivaci, trucco pesante, smalto rosso sulle unghie.

Le giovani sono quasi tutte bellissime.

Le immaginavo tristi, invece le ho spesso viste sorridere e tenere per mano con amore i propri uomini.

Wafaa Lamrani dice
“Dissemino le stelle intorno al mio corpo
comunicando con ogni fibra sensibile, con ogni cellula:
che cosa sono il nome, il verbo, l’identità?
Né il divieto mi annulla
né l’imperativo mi plasma
né il nome mi contiene”.

Penso proprio che abbia ragione.

 

 

 GLI AROMI

Tutto profuma, a Dubai: la hall dell’albergo, la stanza da letto, la sala congressi.
Sono aromi particolari, che ricordano da vicino quelli del mercato delle spezie.

Ho portato a casa la boccetta di bagno schiuma dell’hotel.
Ogni tanto la annuso: il suo profumo intenso di rosmarino mi riporta là…

 

 

 

L’HUMMUS

Una sorta di purè di ceci.
Non lo conoscevo, ma me ne sono immediatamente innamorata.
L’ho mangiato tutti i giorni, a pranzo e a cena.

Appena arrivata a casa, l’ho fatto anche per i miei “tati”.

“HUMMUS”
(WOW!!! La foto di questa ricetta è stata selezionata e pubblicata dal sito Foodgawker!)

CHE COSA SERVE?
(la mia versione Bimby / AMC della ricetta di Giallozafferano) 

– 300 gr. di CECI SECCHI
– un po’ di CIPOLLA TRITATA
– OLIO extra vergine di oliva
– il SUCCO di mezzo LIMONE
– mezzo cucchiaino di CUMINO FRULLATO
– 2 cucchiai di TAHINA (pasta di sesamo, che ho trovato all’Esselunga)
– sale
– un po’ dell’ACQUA DI COTTURA dei CECI, bollente
– PESTO alla GENOVESE per guarnire

COME FACCIO?

1. METTO IN AMMOLLO in acqua fredda i CECI per 12 ore.

2. LI SCOLO, li sciacquo e li metto a cuocere con un po’ di SALE nel Secuquick AMC per 15 minuti, turbo.

3. CON UNA SCHIUMAROLA, tolgo i CECI dalla pentola e conservo l’ACQUA di cottura, mantenendola calda su una fiamma molto bassa.

4. IN UNA PADELLA piuttosto grande, SOFFRIGGO un po’ di OLIO e di CIPOLLA insieme al CUMINO frullato.

5. AGGIUNGO i CECI e lascio insaporire per 2/3 minuti.

6. FRULLO nel Bimby, con alcuni colpi di turbo, i CECI insieme alla TAHINA, al SUCCO di LIMONE, all’OLIO e a qualche cucchiaiata dell’ACQUA di COTTURA (bollente). Eventualmente aggiusto di SALE. Deve risultare un COMPOSTO CREMOSO e OMOGENEO.

7. IMPIATTO e GUARNISCO con PESTO alla GENOVESE (l’ho assaggiato così a Dubai: a mio parere, è la versione migliore!).

SODDISFAZIONE ****      PAZIENZA **

Avete visitato il mio sito www.drvaleriaderossi.it ?

 

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

10 Comments

  • comment-avatar
    Vivi Z. 26 luglio 2014 (21:49)

    Posto meraviglioso che prima o poi vorrei visitare!!! Ciao:):)

  • comment-avatar
    Marina 27 luglio 2014 (16:39)

    Adoro l'hummus: con questa ricetta mi colpisci al cuore!

  • comment-avatar
    Francesca V 27 luglio 2014 (18:51)

    Ciao Vale!Wow Dubai…..un posto che mi sembra così lontano…diverso…affascinante!
    Io l'hummus l'ho scoperto poco tempo fa quando ho provato un ristorante vegano…è davvero buono…buonissimo!Ora che hai messo la ricetta proverò a farlo! Un bacioneee

  • comment-avatar
    andreea manoliu 28 luglio 2014 (15:22)

    Buona questa purea di ceci e hai presentato dei posti meravigliosi !!! Claudia

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 30 luglio 2014 (17:56)

    Io l'ho trovato affascinante…
    Ciao, Vivi!

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 30 luglio 2014 (18:06)

    E tu colpisci a fondo me, con il tuo post sulla Sicilia!!!
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 30 luglio 2014 (18:07)

    Cara nipotina!!!
    Tieni presente che questa ricetta è "alleggerita" rispetto all'originale…
    Ti mando un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 30 luglio 2014 (18:08)

    Grazie, carissima!!!
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Latte e fiele 4 agosto 2014 (21:43)

    Cara, sapessi… lo abbiamo preparato in una delle serate per la raccolta di ricette natalizia. A me e Vale sembrava di non aver messo sufficiente aglio. La mattina dopo i colleghi volevano il nostro scalpo !!! Baci

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 6 agosto 2014 (19:13)

    Con le ricette della vecchia Vale, non vi sarebbe mai successo!!!
    Un bacione, cara.
    Sono contenta che ci vediamo!

    Valeria