UN ALTRO COMPLEANNO. E LA TORTA PAN DI STELLE.

Cinquantanove.

I miei anni da ieri.

Tiriamo un po’ di somme, o attendiamo il conto tondo?
Vabbè, diamo un’occhiata in ordine più o meno alfabetico a questo mezzo secolo abbondante che mi ritrovo dietro le spalle (e magari anche a qualche proposito per il futuro):

A – AMORE e AMICIZIA: L’amore? E’ risaputo: la vita mi sta restituendo con gli interessi quello che si era fregata all’inizio. Oggi, la mia allegra famiglia allargata si riunisce sempre più spesso e sempre con maggiore affetto. Elemento catalizzatore: il nipotino Pietro. E a giorni nascerà anche Adele…
Quanto agli amici, quelli “storici” non sono molti, ma fondamentali. Ne ho anche tantissimi di nuovi, per i quali ringrazio questo blog…

C – CASE: Ho trascorso ventisei anni della mia vita in condominio, il resto in campagna. Adoro il verde, ma sono nata in città, e un pezzo del mio cuore è rimasto lì. Il mio sogno segreto? Un’abitazione con vista sull’acqua (mare o lago, fa lo stesso; potrebbe bastare anche un fiume).

E – ENTUSIASMO: Ogni novità mi coinvolge, qualsiasi cambiamento mi elettrizza. Oggi più di quando ero ragazza. Pare proprio che, con l’età, anziché diminuire, il mio entusiasmo aumenti. Vi pare normale?

F – FISICO: Stendiamo un velo pietoso, magari anche una trapuntina. Gli ultimi anni mi hanno regalato un tot di rughe e di chili, nei quali continuo a non riconoscermi. Comunque, ho fissato un appuntamento con la dietologa per i primi di settembre. Per il chirurgo estetico, rifletto ancora un po’…

H – HOBBY: L’ho già detto: questo blog è il mio hobby più longevo. E c’è una ragione: adoro cucinare, adoro scrivere, adoro fotografare, adoro comunicare. Non vogliateme però se la carenza di tempo (e, probabilmente, di talento) mi impedisce di eccellere. L’anima, comunque, ce la metto tutta.

L – LAVORO: Fin da piccola, ho pensato che avrei fatto il medico. Ci sono andata molto vicina. Come dico sempre, la mia professione è fatta di testa, di mani e di cuore: si può non esserne soddisfatti?

S – SPORT: Casella deserta nella mia vita. Qualcosa in passato ho fatto (nuoto, bici, tennis, pilates, nordic walking, ecc.). Tutto inutile, tutto abbandonato. Ma proprio ieri mi sono regalata un nuovo paio di scarpe da camminata…

Eccoli qui, in quattro parole, i miei cinquantanove anni che non avrei paura di rivivere.

Cinquantanove anni festeggiati con duemila LIKE su Facebook, con la mia ricetta in home page sul sito ufficiale di Expo, con oltre 150 messaggi di auguri.

Cinquantanove anni rallegrati dalla festa di compleanno in giardino più “affollata” di tutta la mia vita: eravamo in sedici con Pietro (se contiamo anche Adele, quasi diciassette). Mai successo prima.

Ho comprato tutto già pronto.
Eccetto questa torta, che abbiamo tagliato quando ormai era buio.

Le stelle sopra la crema sembravano il riflesso di quelle sopra di noi.

 

 

“LA TORTA PAN DI STELLE”

(libera interpretazione della torta “Pan di Stelle” di Mysia; dosi per una tortiera da 20 cm; ho usato la frusta elettrica e la planetaria KitchenAid, ma si può impastare anche in maniera tradizionale; ringrazio infintamente le mie assistenti per i preziosi consigli)

CHE COSA SERVE?

– 600 g di PAN DI STELLE
– poco LIQUORE AMARETTO di Saronno
– poca ACQUA
– 250 g di PANNA FRESCA
– 50 g di ZUCCHERO a VELO
– 250 g di NUTELLA (ammorbidita nel forno a microonde)
– 250 g di RICOTTA setacciata
– CACAO AMARO per spolverizzare la superficie
– PASTA di ZUCCHERO bianca

COME FACCIO?

1. SU UN’ALZATINA o un piatto per torta, appoggio l’anello esterno della TORTIERA apribile da 20 cm e ne fodero l’interno con un NASTRO di ACETATO.

2. DISTRIBUISCO sul piatto, all’interno dell’anello, uno strato di biscotti PAN DI STELLE e li bagno con un pennello imbevuto di una soluzione di LIQUORE e ACQUA.

3. MONTO la PANNA con lo ZUCCHERO a VELO, utilizzando la planetaria.

4. IN UNA CIOTOLA, utilizzando le fruste elettriche oppure a mano, unisco alla RICOTTA setacciata la NUTELLA ammorbidita nel forno a microonde (a dire il vero, ieri, con il caldo che c’era, l’ho solo tenuta a temperatura ambiente…).

5. AGGIUNGO all’impasto del punto 4 la PANNA MONTATA e amalgamo delicatamente per non far smontare la panna.

6. SBRICIOLO grossolanamente una decina di BISCOTTI e, sempre mescolando con delicatezza, li unisco alla crema.

7. DISTRIBUISCO uno strato di CREMA sui biscotti preparati al punto 2.

8. LO COPRO con un’ulteriore strato di BISCOTTI, che bagnerò con la soluzione di LIQUORE e acqua.

9. STENDO un altro strato di CREMA.

10. FACCIO raffreddare in FREEZER per circa un’ora e mezza.

11. SPOLVERIZZO la superficie del dolce con CACAO AMARO.

12. TOLGO l’anello della TORTIERA e l’ACETATO.

13. FACCIO aderire sul bordo della torta 14 biscotti PAN DI STELLE, in modo da formare una sorta di corona.

14. DECORO la parte superiore del dolce con STELLINE ritagliate dalla PASTA di ZUCCHERO bianca.

15. METTO in FRIGORIFERO la torta per qualche ora. UN’ORA circa prima di servire, la faccio addensare un po’, trasferendola in FREEZER.

SODDISFAZIONE ****     PAZIENZA **

Avete visitato il mio sito www.drvaleriaderossi.it ?

 

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

4 Comments

  • comment-avatar
    Serena 9 agosto 2015 (1:03)

    bellissima questa torta Valeria, un dolce originale per festeggiare il tuo compleanno. ..continui ad ispirare con le tue creazioni artistiche. Auguri anche se in ritardo

  • comment-avatar
    consuelo tognetti 9 agosto 2015 (21:10)

    Ti rinnovo i miei auguri e la tua introduzione mi ha commossa..spero anch'io di arrivare con questo ottimismo e positività alla tua età..non è da tutti e sono felice x te 🙂 La festa deve essere stata bellissima e la tua torta una piccola stella che splenderà per sempre nel cielo dei ricordi 🙂 Un abbraccio <3<3<3

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 10 agosto 2015 (10:27)

    Ispirare?
    Ma dai, Serena, non scherzare!
    Complimenti, invece, per il tuo blog…
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 10 agosto 2015 (10:28)

    Ma come sei dolce, Consu!
    Grazie, grazie, grazie: il tuo commento ha commosso me.
    Un abbraccio.

    Valeria