CANDELE. E LA TORTA SCREZIATA CON CACAO E NOCCIOLE

“Oggi compi sessant’anni, Vale!”
“Cosa?”
“Lo sai che oggi compi sessant’anni, Vale?”
“Cooosa?”
“Vale, ti rendi conto che oggi compi sessant’anni?”
“COOOSAAA???”

Valeria: sessant’anni e non sentirli…

 

DSC_0487_1

 

Ecco, non poteva che iniziare così, il post da pubblicare nel giorno del mio compleanno.
Perché ultimamente sono sorda come una campana.
E perché, questi sixty, proprio non me li sento addosso.
Nonostante tutto.

Sarà per l’affetto che mi circonda.
Sarà per le soddisfazioni che la mia professione e questo nuovo blog mi stanno regalando.
Sarà forse anche per gli undici chili persi per strada nell’ultimo anno, con conseguente ritorno alla normalità di colesterolemia, glicemia e pressione arteriosa.

Scherzi a parte, vi risparmio le valutazioni della mia vita trascorsa.
Vi basti sapere che, nonostante la teoria di candele spente che mi lascio dietro, non c’è nulla che io rimpianga o che non rifarei.
E che, contrariamente a Kavafis, se mi guardo indietro non provo brividi, ma una dolce nostalgia.

Programmi per il futuro?
Vivere alla giornata, come è inevitabile.
E affrontare le candele accese che mi stanno davanti con lo stesso inguaribile entusiasmo che mi mi accompagna da sempre.
Se possibile, anche maggiore.

 

DSC_0453_1_001

Qui sotto riporto la splendida poesia a cui,

anche se un po’ lontanamente, si ispira questo post:

 

Candele
di Konstantinos Kavafis

Stanno i giorni futuri innanzi a noi
come una fila di candele accese –
dorate, calde e vivide.

Restano indietro i giorni del passato,
penosa riga di candele spente:
le più vicine danno fumo ancora,
fredde, disfatte e storte.

Non le voglio vedere: m’accora il loro aspetto,
la memoria m’accora del loro antico lume.
E guardo avanti le candele accese.

Non mi voglio voltare, ch’io non scorga, in un brivido,
come s’alluga presto la tenebrosa riga,
come crescono presto le mie candele spente.

(traduzione di Filippo Maria Pontani)

 

LA TORTA SCREZIATA CON CACAO E NOCCIOLE

LA TORTA SCREZIATA CON CACAO E NOCCIOLE

PREPARAZIONE: 25 min
COTTURA: 45 min
TORTIERA: 22 cm

CHE COSA SERVE?

  • 230 g di ZUCCHERO
  • 130 g di NOCCIOLE sgusciate e tostate
  • 4 UOVA
  • 120 g di OLIO di RISO
  • 1 fiala AROMA RUM
  • 40 g di FARINA 00
  • 40 g di AMIDO di FRUMENTO
  • 80 g di FECOLA di PATATE
  • 3 g di SALE
  • 1 bustina di VANILLINA
  • 1 bustina di LIEVITO VANIGLIATO
  • 20 g di FARINA per creare le striature
  • 20 g di FARINA per creare le screziature
  • 15 g di CACAO AMARO per creare le screziature
  • NUTELLA a piacere per servire

COME FACCIO?

  1. COPRO con CARTA FORNO la base di una TORTIERA APRIBILE del diametro di 22-24 cm. BLOCCO la carta forno, chiudendola tra il bordo e il fondo dello stampo. UNGO il bordo della tortiera e la carta forno con SPRAY STACCANTE (oppure li IMBURRO e li INFARINO).
  2. PREPARO parte degli INGREDIENTI SECCHI: SETACCIO la FARINA 00, l’AMIDO di FRUMENTO, la FECOLA di PATATE, il SALE e la VANILLINA. Li unisco in un'unica ciotola.
  3. PREPARO parte degli INGREDIENTI LIQUIDI: in una piccola caraffa, sbatto con una forchetta l'OLIO di RISO con l'AROMA RUM.
  4. METTO nel robot le NOCCIOLE e lo ZUCCHERO: li TRITO per qualche secondo, fino a ottenere una polvere abbastanza fine. N.B.: Conviene tritare in due o più step, staccando ogni tanto dalle pareti del boccale (con l’aiuto di una spatola rigida) la polvere di nocciole e zucchero. Attenzione a non surriscaldare la polvere di nocciole, per evitare che rilasci l'olio.
  5. MONTO a NEVE 3 ALBUMI nella planetaria. Li sposto in un'altra ciotola.
  6. TRASFERISCO NOCCIOLE e ZUCCHERO TRITATI nella ciotola della planetaria. AGGIUNGO i 3 TUORLI e l'UOVO INTERO: FRULLO per due minuti.
  7. UNISCO l'OLIO di RISO e l'AROMA RUM (parzialmente emulsionati): FRULLO per due minuti.
  8. AGGIUNGO la FARINA 00, l’AMIDO di FRUMENTO, la FECOLA di PATATE, il SALE e la VANILLINA precedentemente setacciati: FRULLO per due minuti.
  9. UNISCO il LIEVITO setacciato: FRULLO per 20 - 30 secondi.
  10. DIVIDO l’IMPASTO in due parti uguali (il peso sarà di circa 420 gr. per ciascun impasto): mescolando bene con due diverse spatole di silicone, AGGIUNGO alla prima metà 20 gr. di FARINA 00 e alla seconda 15 gr. di CACAO AMARO (entrambi setacciati), ottenendo un impasto chiaro e uno scuro. N.B.: Per evitare di sporcare troppi utensili, li uso prima per la farina e, successivamente, per il cacao.
  11. AGGIUNGO gli ALBUMI montati a neve e li incorporo con delicati movimenti dal basso in alto.
  12. VERSO i due impasti in DUE SAC A POCHE e distribuisco l'impasto nella tortiera, alternando cerchi concentrici dei due colori in più strati e fino a esaurimento del composto.
  13. CUOCIO per circa 45 minuti. La servo FREDDA.

I MIEI APPUNTI

Ho usato il Bimby per frullare le nocciole e la planetaria KitchenAid per l'impasto; ho cotto il dolce nel forno Gaggenau; il giorno successivo alla preparazione, questa torta è molto migliore.

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

2 Comments

  • comment-avatar
    Mila 8 agosto 2016 (11:29)

    Mi piacciono sempre queste torte!!!!