A “2 CHIACCHIERE IN CUCINA”: UNA GIORNATA DA NON DIMENTICARE. E IL MIO ORMAI FAMOSO PAN D’ARANCIA

Lo sapete già: giovedì 28 gennaio, negli studi di 7 Gold, gli amici Anna Martellato, Ilenia Bazzacco, Silvia Passuti ed Enrico Bianchi mi hanno voluta a 2 CHIACCHIERE IN CUCINA.

La puntata registrata in quell’occasione è disponibile su YouTube cliccando qui (e mi farebbe un’immenso piacere se poteste darle un’occhiata!).

In TV, andrà in onda mercoledì 10 e sabato 13. 
Le zone, i canali e gli orari sono riportati qui sotto:
Veneto: canale 17, alle 12.30;
Friuli Venezia Giulia: canale 19, alle 12.30;
Trentino Alto Adige: canale 15 alle 12.30; 
Emilia Romagna: canale 13, alle 12.30;
Marche: canale 13, alle 12.00; 
Puglia e Calabria: canale 77, alle 12,30;
Triveneto su 7 Gold Plus: canale 92, alle 14,30.

Non voglio dimenticare quella bellissima giornata: per questo, ho preso alcuni appunti.
Che assolutamente non posso non condividere con voi.

Tacco 12 o mezzo tacco?
Brevissimo briefing con il Paffu, mio nipote Marcello e la mia assistente Fabiana.
Per voto unanime, la scelta cade sulla prima opzione.

La macchina è carica, la pipì l’ho fatta, il Tom Tom è programmato… si parte!
Il cielo è plumbeo. Il traffico, “intenso ma scorrevole”.
Dal mio iPhone, partono brevi telefonate ai familiari per un saluto.
Una chiacchierata decisamente più lunga la faccio con la mia amica Bruna, che, insieme al marito Renzo, mi è sempre stata vicina durante questa avventura.

Al mio arrivo, un aitante giovane barbuto e Silvia Passuti mi aiutano a trasferire il voluminoso e pesantissimo bagaglio all’interno della sede di 7 Gold.
Silvia è sempre gentilissima, con me, direi rilassante: ricordo che, durante la mia prima puntata qui, per non agitarmi guardavo continuamente verso di lei.

Nella sala di registrazione, stanno mangiando il pranzo preparato dalla masterchef Ilenia Bazzacco: pasta con le acciughe, polentine al forno con formaggio.
Assaggio solo queste ultime. Sono spettacolari!

Sedute intorno a Enrico Bianchi – l’assistente di studio -, la conduttrice Anna Martellato, Ilenia e Silvia programmano le future puntate.
Con loro mi sento tra amici, e – che coraggio! – mi azzardo a dare addirittura qualche suggerimento.

E’ ora di incominciare: mi lavo i denti, ritocco il trucco, mi cambio.
Facile indovinare il colore della mia camicia: bianca, come di consueto.

Ilenia indossa la divisa da chef, Anna è in abbigliamento sportivo.
Sia io che Anna abbiamo i tacchi alti, ma li toglieremo subito dopo l’intervista.

Mi “microfonano”.
E’ un passaggio che mi fa sempre un po’ ridere: devo agganciare la batteria alla cintura e far passare il cavetto sotto la camicia.
Il tecnico, poi, fisserà il sensore alla mia scollatura.
E’ un po’ imbarazzato: figuriamoci come si sentirebbe se, anziché una nonna, io fossi una gnocca…

Prova del suono.
Pronuncio le prime parole che mi vengono in mente.
Non ricordo quali.

Seduta sulla poltroncina bianca, provo ad accavallare la gamba destra sulla sinistra: no, non va bene.
Mi consigliano di fare il contrario.
Ecco, adesso l’inquadratura è migliore.

Anna mi presenta con il consueto garbo: “Valeria è stata per due volte ospite di 2 chiacchiere in cucina, la sua Torta Tigrata alle mandorle è stata recensita da La Cucina Italiana“.

Parliamo di famiglie allargate e del mio ruolo di matrigna.
“La vita” afferma la mia amica conduttrice “in queste situazioni può anche essere un inferno”. E mi chiede “Come trasformarla in un paradiso?”.
” Ci vogliono pazienza” rispondo “un po’ di coraggio, e tanto, tantissimo amore”.

E’ ora di cucinare.
Si parte con il PAN D’ARANCIA, uno dei miei cavalli di battaglia, che è stato “ricetta del giorno” e, attualmente, è tra le ricette più votate del sito Bimby.
L’idea per questa torta me l’ha data il blog “Mani, amore e fantasia”. L’aggiunta di zucchero di canna, di Cointreau, di aroma arancia per rendere più marcato il sapore, di amido di frumento per alleggerire l’impasto e, soprattutto, la meravigliosa crosticina  superficiale sono però tutto merito mio.
Ilaria ha già preparato gli ingredienti.
Quaranta secondi di impasto e il dolce è pronto per essere infornato: esiste una ricetta più semplice?
“Il massimo del risultato con il minimo sforzo” è diventato in questo periodo il mio motto.
Il PAN D’ARANCIA risponde perfettamente a questa necessità.

E’ risaputo, la mia fantasia langue perennemente: mai potrei inventare di sana pianta alcunché.
La decorazione di un una torta con zucchero a velo spolverizzato attraverso le maglie di un centrino di cotone l’ho imparata da Erika di “Giochi di zucchero” e la propagando in trasmissione. Non senza citare la fonte.

Tocca ai GAUFRES DE POMMES DE TERRE, dalla ricetta di Odelices: waffles salati alla patata, deliziosi con il gorgonzola – Ilenia li affiancherà a una crema con formaggio e yogurt -.
Non avevo mai pensato di cercare in Internet la loro origine.
Lo fa Enrico, e scopriamo che hanno una storia antichissima, addirittura risalente ai Greci, che li servivano con formaggi e miele.
I fratelli Grimm – sì, proprio quelli delle favole, grandi linguisti e filologi – li hanno citati nel loro dizionario.
Un tempo, i gaufres erano un auspicio di buona fortuna.
Venivano preparati a cavallo tra Carnevale e Quaresima.
Le loro piastre venivano regalate agli sposi come augurio di nozze felici.

E rieccoci a parlare di famiglia.
Anzi, di famiglia allargata.

Lo sapete già: ho commesso degli errori, in trasmissione.
Ma il mio passato “teatrale” mi impedisce di fermarmi per costringere i montatori a tagliare il pezzo.
E, così, in TV, mi vedrete nella mia veste più umana: mentre mi impappino alla grande durante l’intervista o sbaglio le dosi di latte e olio nei gaufres.
Preferirei di gran lunga essere perfetta, ma la vera Valeria è questa…

Si chiude.
Ilenia riassume i pur brevissimi passaggi delle ricette di GAUFRES e PAN D’ARANCIA.
Anna pubblicizza le pagine Facebook, Twitter, Instagram dedicate a 2 CHIACCHIERE IN CUCINA.
Naturalmente, ricorda soprattutto che la puntata sarà visualizzabile su YouTube.

Anche se non è ancora finita, sento già nostalgia per questa giornata emozionante e appagante.
E, soprattutto, per le persone dolcissime e care che mi hanno permesso di viverla.

 

 

IL PAN D’ARANCIA

(nelle foto qui sotto, l’evoluzione del mio PAN D’ARANCIA; le dosi sono per una tortiera da 22 – 24 cm; ho usato il Bimby, ma può essere impastato con qualsiasi altro mixer; l’ho cotto nel forno Gaggenau)

 

 

CHE COSA SERVE?

– 1 ARANCIA BIO CON LA SCORZA SOTTILE (intera, anche con la buccia) divisa in pezzetti
– 150 g di FARINA 00 (setacciata)
– 150 g di AMIDO DI FRUMENTO (setacciato)
– 150 g di ZUCCHERO SEMOLATO
– 150 g di ZUCCHERO di CANNA
– SALE
– 125 g di OLIO di RISO
– 3 UOVA
– 35 ml di COINTREAU
– LATTE q.b.
– 1 bustina di LIEVITO VANIGLIATO (setacciato)
– ZUCCHERO di CANNA per guarnire

COME FACCIO?

1. PRERISCALDO IL FORNO a 180°C.

2. LAVO bene L’ARANCIA e la taglio a pezzetti.

3. INSERISCO nel boccale ARANCIA, FARINA, AMIDO di FRUMENTO, ZUCCHERO SEMOLATO, i 150 g di ZUCCHERO di CANNA, SALE, OLIO di RISO, UOVA, COINTREAU. FRULLO per 20/30 secondi a velocità 7/8. Se necessario, unisco un po’ di LATTE per ammorbidire il composto.

4. AGGIUNGO il LIEVITO VANIGLIATO e frullo ancora per 6/8 secondi a velocità 6.

5. VERSO l’impasto in una TORTIERA da 22 – 24 cm, foderata con CARTA FORNO.

6. SPOLVERIZZO la superficie della torta con abbondante ZUCCHERO di CANNA.

7. INFORNO e CUOCIO per 40/50 minuti.

8. LASCIO RAFFREDDARE su una GRIGLIA.

Vi consiglio di RIMUOVERE LA PARTE BIANCA DELLA BUCCIA, qualora quest’ultima fosse troppo spessa, per evitare che il PAN D’ARANCIA acquisti un retrogusto amarognolo. In questo caso, è possibile ridurre la quantità di zucchero.

SODDISFAZIONE ****
PAZIENZA *

Avete visitato il mio sito

 

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

8 Comments

  • comment-avatar
    consuelo tognetti 9 febbraio 2016 (17:16)

    Andrò sicuramente a vedere la puntata s YouTube ma mi è piaciuto tantissimo viverla attraverso le tue emozioni più sincere 🙂 Grazie Vale e complimenti x tutto ^_^

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 9 febbraio 2016 (18:46)

    Grazie, cara!!!
    Sono orgogliosa di essere riuscita a trasmetterti le mie emozioni.
    Un abbraccio e buon Carnevale!

    Valeria

  • comment-avatar
    andreea manoliu 9 febbraio 2016 (19:58)

    Complimenti, sono delle belle soddisfazioni. Proverò a vedere qualche puntata. Questo pan d'arancio è stupendo, dovrò provarlo anche io.

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 19 febbraio 2016 (6:42)

    Ma che cara che sei sempre, Andreea! Grazie!!!
    Ti consiglio di provare il PAN D'ARANCIA: è una ricetta rapidissima e veramente golosa. Pensa che è al quinto posto tra i piatti più votati del ricettario Bimby online.
    Un abbraccio.

    Valeria

  • comment-avatar
    Anonimo 26 febbraio 2016 (17:46)

    Che forte che sei Valeria .. mi fai sempre sorridere .. hai il sole dentro!
    Ho avuto il piacere di assaggiare il tuo Pan d'Arancia durante una serata del corso di fotografia….. FAVOLOSO!
    Grazie mille per le tue buonissime ricette
    ciao
    Cristiana

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 28 febbraio 2016 (14:31)

    Grazie a te per i tuoi commenti e, soprattutto, per la tua amicizia, cara Cristiana!
    Anch'io penso che il PAN D'ARANCIA sia buonissimo… e poi è così facile da fare, ti risolve un sacco di situazioni.
    Ti mando un bacione grosso grosso.

    Valeria

  • comment-avatar
    luvilu 28 febbraio 2016 (16:03)

    BELLISSIMO, ma si può fare senza il bimby ? Grazie

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 28 febbraio 2016 (16:53)

    Certo che sì!
    Come ho scritto all'inizio della ricetta, si può usare qualsiasi mixer (che sia sufficientemente potente).
    Grazie della visita!

    Valeria