LA “MIA” PIZZA

L’altra sera, il mio “tato” Luca si è mostrato estremamente interessato al protocollo di produzione della mia pizza.

E’ stata una bella soddisfazione, anche perché, negli ultimi anni, a casa nostra questo “piatto unico” era purtroppo caduto in disuso.

Le cause? L’esubero di chili (nostri) e di calorie (del cibo in questione).

Ma volete mettere, ragazzi, quanta allegria mettono una tovaglia a quadretti sul tavolo, la Coca Cola nel bicchiere e una bella fetta di pizza nel piatto?

Qualche tempo fa, non si sa come né perché, proprio il paffutello che l’aveva duramente boicottata ne ha chiesto il reintegro nel menu settimanale: il successo è stato stratosferico…

Le dosi e la tecnica riportate qui sotto sono, al grammo e al grado, quelle alle quali sono arrivata dopo anni di sperimentazione.

Un consiglio: se possibile, utilizzate teglie di alluminio antiaderenti.
Con le mie, antidiluviane e leggerissime, sotto la pizza si forma una crosticina deliziosamente croccante.
Il mio forno e le indicazioni che vi passo mi hanno dato risultati eccellenti.

Sono sicura che “la mia pizza” riuscirà benissimo anche a Luca e a voi.

 

 

” LA MIA PIZZA”
(ricetta Bimby)

CHE COSA SERVE?
(per una teglia rotonda diametro 35 cm. o due teglie più piccole diametro 25 cm.)

Per la base:
(impastando con il Bimby, è possibile raddoppiare la dose)
– 350 gr. di farina 00
– 5 gr. di sale
– 5 gr. di zucchero semolato
– 5 gr. di olio extra vergine di oliva
– 1 bustina di lievito di birra disidratato
– 210 ml di acqua

Per guarnire:
– 3 mozzarelle Invernizzi Mozarì
– 1 confezione di Vellutata Cirio da 350 gr.
– sale
– origano
– ecc.

COME FACCIO?

1. INSERISCO tutti gli INGREDIENTI nel Bimby e IMPASTO a velocità Spiga fino a quando non sono ben amalgamati. Deve risultare una palla piuttosto morbida.

2. STENDO l’impasto nella/e teglia/e unta/e con OLIO extra vergine di oliva.

3. UNGO con OLIO anche la superficie dell’impasto e COPRO con PELLICOLA TRASPARENTE.

4. FACCIO LIEVITARE per almeno 3/4 ore.

5. PRERISCALDO il FORNO a 240°C.

6. FACCIO ADDENSARE leggermente la SALSA di POMODORO, riscaldandola a fuoco medio, con un po’ di SALE e di ORIGANO.

7. PRIMA della cottura, tolgo la PELLICOLA, stendo con un piccolo mestolo la SALSA di POMODORO sulla superficie della BASE.

8. INFORNO e cuocio per 7 minuti.

9. TOLGO dal FORNO, guarnisco con la MOZZARELLA tritata con il Bimby e gli ingredienti per personalizzare la pizza (capperi, wurstel, prosciutto, ecc.), INFORNO nuovamente e CUOCIO per altri 9/10 minuti. E’ cotta quando la superficie della mozzarella raggrinzisce e si scurisce leggermente.

SODDISFAZIONE ****     PAZIENZA ***

Avete visitato il mio sito www.drvaleriaderossi.it ?

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

6 Comments

  • comment-avatar
    andreea manoliu 14 giugno 2014 (9:26)

    Pizza, pizza e ancora pizza, ..non stufa mai, molto buona !!! Claudia

  • comment-avatar
    Ale 14 giugno 2014 (14:13)

    La foto è bellissima..la ricetta pure!

  • comment-avatar
    giochidizucchero 15 giugno 2014 (8:08)

    E' appetitosissima! E fa subito "festa" !!! Buona domenca cara, qui diluvia quindi si cucina! Baci!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 16 giugno 2014 (15:14)

    Pizza, sempre pizza, fortissimamente pizza!!!
    Grazie, Claudia!
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 16 giugno 2014 (15:14)

    E anche il tuo commento!!!
    bacioni.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 16 giugno 2014 (15:16)

    Qui non pioveva… e abbiamo battezzato il nipotino!!!
    Bacioni e grazie infinite, carissima!

    Valeria