LA BOTTIGLIETTA CON LA BIGLIA & IL RISOTTO VELOCE AGLI ASPARAGI (VIDEORICETTA AMC)

Una voce potente, da insegnante.
È il signor Giovanni: un nonno che sfoglia un quotidiano e parla con il nipotino.

Sabato mattina, nel giardino della casa di riposo.
In attesa della santa messa.
Il sole è caldo, ma all’ombra si sta benissimo.
Il mio papà si gusta la cioccolata in tazza che, ormai d’abitudine, ci dividiamo.

 

 

Siamo a pochi metri di distanza dai due.
E proprio non possiamo fare a meno di ascoltare.

“Guarda questo giornale” dice nonno Giovanni, “C’è qualcosa che potrebbe interessare a te o ai tuoi compagni di scuola?”.
Luca -età sette/otto anni- sfoglia le pagine in silenzio.

Ecco, ha notato un articolo che sembra scritto proprio per loro: “I giochi dei nostri nonni”.

Non fa domande, il piccolo.
Ma il nonno incomincia ugualmente a raccontare.

Nascondino.
“Lo vedi questo giardino? Ora ti chiedo di farmi vedere quale ti sembra il posto migliore in cui ti potresti nascondere”.
Il ragazzino, velocissimo, si alza e sparisce dietro una piccola siepe di ligustro.
Al suo ritorno, gli viene spiegato che la parola da pronunciare quando si arriva alla base è “tana”.

Lo s-cianco.
Il baseball dei bambini veronesi di un tempo: il manico di una vecchia scopa tagliato a pezzi.
Si creano un bastone di lunghezza adeguata e un pezzetto di legno alle cui due estremità si “fa la punta” proprio come alle matite.
Il bastone più lungo fungerà da mazza e servirà per colpire la porzione di manico appuntita, che non dovrà essere intercettata dagli avversari.

La trottola.
Luca le conosce bene, le trottole moderne: di plastica o metallo, colorate, spesso luminose, attivate da molle o cuscinetti a sfera.
Un tempo, invece, erano fatte di legno e azionate da un semplice spago.
Più spartane, certo, ma non per questo meno divertenti.

 

 

Le biglie.
Di mille materiali, utilizzate in tanti modi diversi.
Sono il gioco più antico del mondo…

Mi distraggo per un momento.

Immediatamente, però, la mia attenzione viene attirata da parole a me già note: “Una volta, le bottigliette di gassosa non avevano il tappo, ma una pallina di vetro che veniva spinta con il dito verso il basso” spiega il signor Giovanni. Che aggiunge: “Ai bambini la pallina poteva servire come biglia: per recuperarla, rompevano la bottiglia che la conteneva”.

Un colpo al cuore.
I suoni intorno a me si affievoliscono.
Mi rivedo piccina, ansiosa di capire il funzionamento di un meccanismo tanto strano.

Risento la voce della mia mamma, rivivo la storia tante volte ascoltata.
Rivedo il movimento del suo pollice che mima la pressione sulla biglia, all’imboccatura del collo della bottiglietta.

È un lungo, meraviglioso attimo.

Nel giardino della casa di riposo, davanti a una cioccolata calda divisa a metà con mio padre, queste immagini riportano nel mio cuore un ricordo intensissimo.

Chiudo gli occhi, respiro piano.
E mi lascio trasportare, dolcemente, dalla nostalgia.

 

 

CLICCA QUI PER LA VIDEORICETTA DEL RISOTTO AGLI ASPARAGI AMC

STAMPA LA RICETTA
IL RISOTTO AGLI ASPARAGI AMC (CON VIDEORICETTA)
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 6 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
CHE COSA SERVE?
  • 300 g ASPARAGI verdi o bianchi
  • OLIO EXTRA VERGINE di OLIVA
  • CIPOLLA TRITATA
  • SALE
  • 250 g RISO CARNAROLI
  • 50 ml VINO BIANCO
  • 900 ml ACQUA BOLLENTE circa
  • 15 g DADO VEGETALE BIMBY (oppure DADO VEGETALE di altro tipo) circa
  • 50 g BURRO (opzionale)
  • PARMIGIANO grattugiato
QUALI ACCESSORI AMC?
  • Navigenio (opzionale)
  • unità di cottura da 20 cm - 4 litri
  • unità di cottura da 16 cm - 1 litro
  • Secuquick
  • Audiotherm
Tempo di preparazione 6 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
CHE COSA SERVE?
  • 300 g ASPARAGI verdi o bianchi
  • OLIO EXTRA VERGINE di OLIVA
  • CIPOLLA TRITATA
  • SALE
  • 250 g RISO CARNAROLI
  • 50 ml VINO BIANCO
  • 900 ml ACQUA BOLLENTE circa
  • 15 g DADO VEGETALE BIMBY (oppure DADO VEGETALE di altro tipo) circa
  • 50 g BURRO (opzionale)
  • PARMIGIANO grattugiato
QUALI ACCESSORI AMC?
  • Navigenio (opzionale)
  • unità di cottura da 20 cm - 4 litri
  • unità di cottura da 16 cm - 1 litro
  • Secuquick
  • Audiotherm
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Pulisco gli ASPARAGI, togliendo la parte coriacea dei gambi con un pelapatate. Taglio a RONDELLE i gambi, lasciando integre le punte. Nell'unità di cottura (io ho utilizzato la 20 cm - 4 litri, ma va bene anche più piccola) preparo un soffritto con OLIO EXTRA VERGINE di OLIVA, CIPOLLA TRITATA e un pizzico di SALE, vi insaporisco le rondelle di asparago, aggiungo un 200 ml di ACQUA bollente e mezzo cucchiaino di DADO VEGETALE. CHIUDO con il Secuquick, PROGRAMMO l’Audiotherm su P SOFT. Al raggiungimento della temperatura, abbasso al minimo la fiamma e faccio CUOCERE per 3 minuti. È possibile utilizzare NAVIGENIO, programmando Audiotherm su P TURBO per 3 minuti. Una volta completata la cottura, RAFFREDDO la pentola sotto il rubinetto e tolgo il Secuquick.
  2. NELL'UNITÀ di cottura AMC (16 cm - 1 litro) soffriggo le PUNTE degli ASPARAGI con un filo d'OLIO EXTRAVERGINE di OLIVA. Aggiungo 200 ml di ACQUA bollente, un pizzico di SALE e lascio sobbollire per 1-2 minuti. Le punte di asparago devono rimanere un po' al dente e serviranno per decorare i piatti.
  3. NELL'UNITÀ di cottura AMC (20 cm, 4 litri) faccio SOFFRIGGERE la CIPOLLA tritata con un cucchiaio d'OLIO e un pizzico di SALE. Posso farlo su una fiamma media oppure sul Navigenio regolato su 6.
  4. AGGIUNGO il RISO e lo faccio tostare per qualche istante.
  5. BAGNO con il VINO bianco, faccio evaporare.
  6. AGGIUNGO le rondelle di ASPARAGO cotte in precedenza e mescolo bene.
  7. UNISCO l’ACQUA bollente e un cucchiaino di DADO VEGETALE.
  8. CHIUDO con il Secuquick, PROGRAMMO l’Audiotherm su P SOFT. Al raggiungimento della temperatura, abbasso al minimo la fiamma e faccio CUOCERE per 3 minuti e 1/2. È possibile utilizzare NAVIGENIO, programmandolo su A e impostando Audiotherm su P SOFT per 4 minuti. Una volta completata la cottura, RAFFREDDO la pentola sotto il rubinetto, la APRO e la rimetto sul fuoco (o su Navigenio regolato su 5-6).
  9. AGGIUNGO o una noce di BURRO (o un filo d'OLIO EXTRA VERGINE di OLIVA), se necessario aggiusto di SALE.
  10. ALL’ULTIMO MOMENTO, unisco il PARMIGIANO grattugiato e mescolo bene.
  11. LASCIO MANTECARE per qualche istante prima di servire.
Recipe Notes

CLICCA QUI per visualizzare la VIDEORICETTA del RISOTTO AGLI ASPARAGI. - COME RIPROPORZIONARE LA RICETTA: modificando il valore delle porzioni, verranno automaticamente riproporzionate le quantità dei singoli ingredienti. - ASPARAGO: (dal greco aspharagos, che è dal persiano asparag, ossia germoglio) può designare sia l'intera pianta che i germogli della pianta Asparagus officinalis. La pianta è dotata di rizomi, che crescono sotto terra formando un reticolo; da essi si dipartono i turioni, la parte commestibile della pianta. Nel caso di coltura forzata il turione si presenta di colore bianco mentre in pieno campo a causa della fotosintesi clorofilliana assume una colorazione verde (da Wikipedia) - COTTURA: Questo piatto può essere cotto anche in maniera tradizionale, ma il sistema Secuquick AMC -che accelera notevolmente i tempi pur mantenendo inalterati i sapori- mi permette di ottenere in pochi minuti una pietanza ottima e apprezzatissima dalla mia famiglia. - FONTE: Mi sono ispirata alla ricetta della nonna Annamaria. Anche questo è un modo di ricordarla e di dimostrarle il mio affetto. - SE VI È PIACIUTA QUESTA RICETTA, vi consiglio di dare un'occhiata anche a un'altra ricetta primaverile: i RISI & BISI SUPERVELOCI cucinati con AMC, di cui QUI trovate anche la VIDEORICETTA.

Condividi questa Ricetta

 

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

3 Comments

  • comment-avatar
    barbara 5 maggio 2018 (18:03)

    O si asparagi acquistati mambrota ieri condivido ricetta e poi la eseguo 😋😋🤔😋

    • comment-avatar
      Pane per i tuoi denti 10 maggio 2018 (15:03)

      Aspetto il Suo parere, Barbara! Grazie.

      Valeria

      • comment-avatar
        barbara 10 maggio 2018 (15:25)

        😋😋😋😋😋😋😋😋😋😋ottimo