MENO SETTE: LA GHIRLANDA DI NATALE

Carissima Erika,

è almeno mezz’ora che cerco il modo di scrivere la dieresi sulla e.
Niente da fare: non ci riesco!
Per questo, ho deciso di italianizzare il nome di questo magnifico dolce natalizio.

Mi perdoni, padrona di casa di “Giochi di zucchero”?

La ricetta originale l’ho presa dal tuo bellissimo blog. Ma poi, in casa, non avevo frutta secca (in compenso, c’era una quantità industriale di canditi).
E così, la tua “couronne” (nota con quanta astuzia evito ancora la dieresi!!!) è diventata tutt’altro…

Lo ammetto: la mia versione non è particolarmente fotogenica, ma questo tuo dolce è talmente buono che, per riuscire a immortalarlo, ho dovuto rifarlo due volte.
Sì, hai capito bene: il primo, me l’hanno proprio mangiato sotto il naso!

Che meraviglia, però: la tua “couronne”, cara Erika, sembra proprio una di quella ghirlande che si appendono fuori dalla porta di casa.
Aspettando il Natale davanti a un caminetto acceso…

“LA GHIRLANDA DI NATALE”
(ho usato la macchina per il pane)

CHE COSA SERVE?

Per l’impasto:
– 250 g di FARINA 0
– 30 g di ZUCCHERO SEMOLATO
– 1 pizzico si SALE
– 50 g di BURRO ammorbidito
– 1 UOVO sbattuto
– 1 bustina di LIEVITO di BIRRA disidratato
– 120 ml di LATTE

Per il ripieno:
– 80 g di BURRO ammorbidito
– 70 g di ZUCCHERO SEMOLATO
– 1/2 bacca di VANIGLIA (i semi)
– 50 g di UVETTA
– 1/2 bicchiere di MARSALA
– 70 g di CEDRO o ARANCIA CANDITI
– 70 g di MACEDONIA CANDITA
– 50 g. di MANDORLE SPELLATE
– 50 g di NOCCIOLE TOSTATE
– 40 g di PINOLI interi o MANDORLE a listarelle

COME FACCIO?

1. PREPARO l’IMPASTO:
– INSERISCO nella macchina per il pane tutti gli INGREDIENTI per l’impasto (LIEVITO e LATTE per ultimi).
– La aziono sul PROGRAMMA DOUGH (durerà circa 90 minuti, ma, se lasciate lievitare di più, il risultato sarà ancora migliore).

2. PREPARO il RIPIENO:
– MEZZ’ORA prima di usarla, metto l’UVETTA a macerare nel MARSALA.
– IN UNA CIOTOLA, unisco allo ZUCCHERO i semi di VANIGLIA, distribuendoli tra i granelli con le dita.
– AGGIUNGO il BURRO e FRULLO con le fruste fino a ottenere un composto morbido.
– MESCOLANDO con un cucchiaio di legno, unisco al composto l’UVETTA strizzata, i CANDITI, le MANDORLE e le NOCCIOLE tritate grossolanamente, i PINOLI (o le MANDORLE a listarelle).

3. UNA VOLTA trascorso il tempo di lievitazione, STENDO l’IMPASTO, formando un RETTANGOLO di cm 35 x cm 40.

4. DISTRIBUISCO il RIPIENO sull’impasto, fermandomi a circa 2 cm dai bordi.

5. ARROTOLO l’IMPASTO sul RIPIENO, parallelamente al lato maggiore. Otterrò una SPIRALE.

6. CON un COLTELLO AFFILATO, taglio completamente, sempre parallelamente al lato più lungo, questo salsicciotto.

7. TENENDO la parte aperta delle sue mezze spirali verso l’alto, le ATTORCIGLIO l’una intorno all’altra (proprio come i due fili del cordoncino bianco e rosso della foto).

8. UNISCO tra loro le due ESTREMITA’ del salsicciotto, eventualmente bagnandomi le dita con un po’ d’acqua.

9. CON ESTREMA CAUTELA (!), trasferisco la mia “ghirlanda” sulla base di una TORTIERA con bordo staccabile del diametro di 26 cm, coperta con carta forno. Solo successivamente inserirò il bordo dello stampo.

10. COPRO con PELLICOLA trasparente e faccio LIEVITARE in luogo tiepido per un’ora.

11. PRERISCALDO il FORNO a 180°C (ventilato) almeno 20 minuti prima di infornare.

12. CUOCIO per 40 minuti, CONTROLLANDO di tanto in tanto. Qualora tendesse a scurire troppo, COPRO il dolce con un foglio di alluminio.

13. SERVO la “GHIRLANDA” preferibilmente TIEPIDA.

N.B.: La ricetta originale prevedeva l’uso di gelatina all’albicocca e/o zucchero a velo sulla superficie. A noi, però, è piaciuta nature

SODDISFAZIONE *****     PAZIENZA ****

Avete visitato il mio sito www.drvaleriaderossi.it ?

 

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

12 Comments

  • comment-avatar
    andreea manoliu 18 dicembre 2014 (13:44)

    Sicuramente non potevi non avere la massima soddisfazione. Molto bella e golosa !

  • comment-avatar
    Michela Sassi 18 dicembre 2014 (14:18)

    Che brava che sei stata e Erika, è la mia migliore amica, pertanto non posso che essere felice che hai rifatto una sua ricetta!

  • comment-avatar
    consuelo tognetti 18 dicembre 2014 (18:30)

    Hai ragione è davvero stupenda e fa scattare l'acquolina facile 😛
    Complimenti!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 18 dicembre 2014 (19:38)

    Ma grazie!
    Tanti tanti auguri, cara.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 18 dicembre 2014 (19:39)

    Che bello, avere un'amica affettuosa come te!!!
    Un bacione e tantissimi auguri, cara Michela.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 18 dicembre 2014 (19:40)

    Giuro: viene l'acquolina in bocca anche a me, pensando a quant'è buona!!!
    Auguri affettuosissimi, cara Consu.

    Valeria

  • comment-avatar
    Little Miss Book 18 dicembre 2014 (19:41)

    Non conoscevo questo dolce. Tra l'altro è bellissimo.

  • comment-avatar
    Ale 18 dicembre 2014 (19:43)

    E' splendida, bravissima!!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 18 dicembre 2014 (19:52)

    Neanch'io lo conoscevo fino a sabato scorso. Poi l'ho fatto due volte in 24 ore.
    Bellissimo e, soprattutto, buonissimo.
    Bacioni e auguroni, cara Marina.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 18 dicembre 2014 (19:52)

    Grazie!!!
    Auguri di cuore.

    Valeria

  • comment-avatar
    giochidizucchero 19 dicembre 2014 (7:48)

    Ma grazie!!! A parte che è meravigliosa… Ma poi che carina aver dedicato a me il tuo post… Un bellissimo regalo di Natale! Scusa se passo solo ora, sono giorni incasinati… Se vuoi vieni a lasciare il link nella pagina Sperimentate da Voi, sul mio blog. Un abbraccio stretto stretto!!!
    ?

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 19 dicembre 2014 (11:05)

    Ma grazie a te, che mi hai insegnato questa ricetta!!!
    Auguri affettuosissimi.
    Un bacione.

    Valeria