LA TORTA RUSSA “RIPROPORZIONATA”: DEDICATA A SARA

Che cosa sono, io?
Una blogger?
Un’appassionata di cucina?
Una dentista?

Quando scrivo nella finestra bianca di Blogspot, sono certissima di essere una blogger, per di più appassionata di cucina.
Quando sono seduta al fianco dei miei pazienti, bardata con camice azzurro, guanti, mascherina e occhiali ingranditori, sento di essere, nel profondo, una dentista.

Ma ci sono alcuni momenti in cui le mie diverse personalità si confondono.
Per esempio, carissima Sara, quando mi è arrivata la tua prima mail.

“Lettrice/paziente!” era l’oggetto.
Non la dimenticherò mai.
Ti complimentavi con me per le mie “deliziose” ricette, mi dicevi che dal mio blog trasparivano “positività e simpatia” (quelle tra virgolette sono tutte parole tue).
Mi spiegavi quali erano le tue necessità e proponevi un incontro professionale.

Giuro, Sara: quella volta mi sono sentita girare la testa.
Perché devi sapere che una blogger di periferia come me immaginava che, a leggerla, fossero solo le amiche più care, al massimo la mamma…
E scoprire non solo di essere seguita, ma addirittura apprezzata e cercata mi ha dato una sensazione esaltante.

E poi sei arrivata, “in carne e ossa”: alta, slanciata, bellissima.
All’inizio non sapevamo se usare il “tu” o il “lei”.
Ma ci abbiamo messo niente ad arrivare alla confidenza!

La nostra amicizia è cresciuta proporzionalmente alle terapie odontoiatriche.
Abbiamo fatto, insieme, acquisti di attrezzature per pasticceria.
Abbiamo discusso di ricette, di piatti, di traduzioni, di blog.
Hai apprezzato come nessun altro i miei modesti fotolibri.
Mi hai dato consigli preziosi, che hanno fatto conoscere “PANE PER I TUOI DENTI” anche fuori dai nostri confini.
Soprattutto, hai gioito sinceramente con me nel momento in cui “La Cucina Italiana” mi ha convocata nella sua redazione.

Un giorno mi hai raccontato di aver trovato il mio blog mentre eri alla ricerca della ricetta della TORTA RUSSA.
Questa torta, è risaputo, è sempre stata il mio cavallo di battaglia.
E l’averti incontrata grazie al mio dolce preferito mi è sembrato di buon auspicio.

Rispetto ad allora, la mia TORTA RUSSA è cambiata: dopo settimane di prove con relativa distribuzione dei campioni a tutto il vicinato, finalmente ho trovato le giuste proporzioni per  migliorare il ripieno e adattarne la quantità alla pasta sfoglia che si trova in commercio.

La TORTA RUSSA “riproporzionata” è più piccola rispetto all’originale.
Ma sono sicura, mia cara, che ti piacerà moltissimo!

Eccola qui sotto, la nuova ricetta.

Dedicata con affetto a te, Sara.
La “lettrice/paziente” che è oggi un’amica.

 

 

“LA MIA TORTA RUSSA RIPROPORZIONATA”

 
(dosi per una tortiera da 20 cm; ho usato la planetaria KitchenAid e il Bimby / Thermomix, ma può essere impastata anche con altri tipi di robot) 

 CHE COSA SERVE?

–   90 g di BURRO ammorbidito
–   3 UOVA medie
–   150 g di ZUCCHERO semolato
–   1 pizzico di SALE
–   1 fiala aroma RUM (o un poco di RUM)
–   1/2 fiala aroma MANDORLA
–   50 g di MANDORLE sbucciate
–   100 g di AMARETTI
–   50 g di FARINA 00
–   50 g di AMIDO DI FRUMENTO
–   8 g di LIEVITO VANIGLIATO
–   1 PASTA SFOGLIA fresca da 230 g (rotonda)
COME FACCIO?
1. PRERISCALDO il FORNO (ventilato) a 180°C.
2. NEL FRATTEMPO, preparo gli INGREDIENTI:
Faccio ammorbidire il BURRO.
Frullo per 30 secondi gli AMARETTI insieme alle MANDORLE (devono ridursi a una polvere sottile).
Setaccio l’AMIDO di MAIS, la FARINA e il LIEVITO e li unisco alla polvere di mandorle e amaretti.
Assottiglio la SFOGLIA con un matterello.
Bucherello tutta la superficie della SFOGLIA con i rebbi di una forchetta.
Stendo la SFOGLIA in una tortiera del diametro di circa 20 cm, ricoperta di CARTA FORNO.
Monto a neve ben soda gli ALBUMI.
3. MONTO il BURRO con i TUORLI e lo ZUCCHERO, unisco il SALE, l’aroma RUM e quello alla MANDORLA.
4. AGGIUNGO gli ingredienti secchi: MANDORLE e AMARETTI tritati, FARINA, AMIDO e LIEVITO.
5. CONTINUO a frullare fino a che limpasto non risulterà omogeneo.
6. UNISCO delicatamente gli ALBUMI montati a neve, muovendo la spatola dal basso verso l’alto.
7.  VERSO questo “ripieno” allinterno della SFOGLIA. RIMBOCCO i bordi  della sfoglia verso il centro della torta.
8. INFORNO e CUOCIO per 55 minuti circa. Trascorso questo tempo, spengo il forno e lascio il dolce nel forno spento per altri 20 minuti.

SODDISFAZIONE *****     PAZIENZA **

Avete visitato il mio sito  www.drvaleriaderossi.it ?

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

14 Comments

  • comment-avatar
    Patrizia M 20 febbraio 2015 (12:28)

    Ciao Valeria, ci credi se ti dico che non ho mai fatto la torta russa? E dire che ci sono dentro tutti gli ingredienti che mi piacciono!
    Anche questa torta è nella mia lista dei dolci da provare. Ma tu sai quanto poco in un periodo per me ancora confuso, io abbia voglia di impastare torte. Nel mio blog ultimamente passano solo ricette salate, qualche biscotto con ricette dimezzate se non di più, tranne qualche piccola eccezione quanto torna mio figlio. Ecco, quello è il problema. Mi manca chi assaggia di gusto… Scusa, mi sono dilungata ed invece avrei dovuto solo aggiungere che leggere della tua amicizia con Sara è di un gran dolcezza e che ne sono felice. Per voi ! Buon fine settimana, Valeria !

  • comment-avatar
    andreea manoliu 20 febbraio 2015 (13:29)

    Una vera delizia e ne mangerei molto volentieri una fetta per finire il pasto !

  • comment-avatar
    Ale 20 febbraio 2015 (18:21)

    che delizia!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 20 febbraio 2015 (18:58)

    E ci credo, che tu non l'abbia mai fatta, cara Patrizia: la torta russa è tipica di Verona e, in altre città, non l'ho mai vista!

    Provala, sono sicura che ti conquisterà.
    Spero tanto che possa piacere anche a tuo figlio, così la impasterai con un ingrediente in più: il tuo amore.
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 20 febbraio 2015 (18:59)

    Ma che cosa aspettano a inventare un web che trasmetta anche le fette di torta?
    Un abbraccio.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 20 febbraio 2015 (18:59)

    Grazie, carissima!

    Valeria

  • comment-avatar
    paola 20 febbraio 2015 (20:36)

    condivido assolutamente da provare,una vera delizia da vedere e da assaggaire,grazie per la ricettina

  • comment-avatar
    SUSY 21 febbraio 2015 (6:36)

    Ottimo lavoro, mi piace molto! Complimenti per il tuo blog…. ti seguirò…. anche se ho letto che sei una dentista (ho una fifa mattaaaaaa dei dentisti) 🙂 🙂

  • comment-avatar
    Paola Sabino 21 febbraio 2015 (8:25)

    Beh io sono una dietista-nutrizionista foodblogger e ti dico che molto spesso questi aspetti si mescolano sia quando mi trovo con i miei pazienti, sia quando sono di fronte al foglio bianco di blogger 🙂 Sarà che adoro il mio lavoro e adoro trasmettere la passione per la sana cucina, che non abbia troppi senza, altrimenti che sfizio c'è 🙂 Vedere che tra blogger ci si incontra per motivi professionali è bello.. è una fiducia che nasce su delle parole e diventa realtà 🙂

    Bella la torta russa, non l'avevo mai vista e mi piace moltissimo 🙂

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 21 febbraio 2015 (10:45)

    Grazie a te, cara Paola, per la visita!
    Un abbraccio e arrivederci a presto.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 21 febbraio 2015 (10:49)

    Anche tu non scherzi, però, quanto a dolci meravigliosi!
    Corro a unirmi ai tuoi followers…
    Ti do un consiglio, per "evitare" noi dentisti, anzi, tre: filo, spazzolino, e controlli periodici!!!
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 21 febbraio 2015 (10:54)

    Che splendido commento, Paola!
    Che bello sentire che, le mie sensazioni, le provano anche altre "colleghe"…
    Ho visto il tuo blog: complimenti!
    Che ne dici, diventiamo amiche e ci seguiamo a vicenda?
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Anonimo 23 febbraio 2015 (21:04)

    Vale, mi hai lasciato senza parole. Sei una dentista, foodblogger e soprattutto una persona eccezionale, è un onore averti come amica.
    Non avresti potuto dedicarmi dolce migliore, ne vado orgogliosissima, è grazie alla tua imbattibile russa che ti ho trovata e non ti mollo più! Un abbraccio fortissimo
    Sara

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 24 febbraio 2015 (11:57)

    Mi lasci senza parole tu, carissima Sara!
    Sappi però che ti riuscirà difficile liberarti di me, perché mi sei troppo simpatica e ti voglio troppo bene.
    Un abbraccione anche a te.

    Valeria