LA TORTINA GELATO QUASIBONVICINI

Non vi so dire da quanti millenni abbia cambiato il proprio nome in Savoia, la gelateria di cui vi sto parlando.

Posso solo affermare che, noi veronesi DOC, la chiamiamo ancora, come una volta: “Bonvicini”.

È a ridosso della piazza più grande della city, sotto il porticato di via Roma.

La potete riconoscere dalla fila di persone che attendono il proprio turno per mangiare il gelato.

Le specialità? La meringa artigianale con le fragoline di bosco, il “pinguino” (ricoperto di cioccolato), il “giandujotto” (naturalmente con gianduja e nocciole Piemonte).

E  poi le torte gelato, e chi più ne ha più ne metta…

Ma la mia preferita è senz’altro la “mattonella”.
Nata nel ’43.
A forma di pacchetto di sigarette (“Regie Turche”, per la precisione).
A tre strati: crema, semifreddo, cioccolato.
Quanto di meglio si possa desiderare.

Una volta, con gli stessi gusti, la gelateria Bonvicini produceva anche la “tortina”: più piccola della sua analoga rettangolare, rotonda e comodissima da assaporare.

Quand’ero al liceo, finite le lezioni, spesso, con Raffaella, passavamo da Bonvicini per regalarci due “tortine” consolatrici.

Non so per Raf, ma per me era il momento più bello della giornata.

Oggi, purtroppo, le “tortine” sembrano scomparse dal menu della gelateria Savoia.

Ma io le ho rifatte per voi: perché, se vi va, anche “fuor dalle mura di Verona” (per citare il Bardo), le possiate assaggiare…

 

“LA TORTINA GELATO QUASIBONVICINI”
(per gli strati esterni, ho utilizzato il gelato 123Gelato ai gusti cioccolato e vaniglia, preparato con la GELATIERA H. Koenig. Prima o poi, vi fornirò anche la ricetta casalinga…)

CHE COSA SERVE?
(per 12 tortine; ricetta: KitchenAid, H.Koenig, Fresco Irinox) 

– 1/2 litro di GELATO al CIOCCOLATO
– 1/2 litro di GELATO alla VANIGLIA
– 250 cc di PANNA FRESCA
– 1 UOVO
– 30 – 40 gr. di ZUCCHERO
– 100 gr. di CIOCCOLATO FONDENTE a pezzetti
– 90 gr. di AMARETTI sbriciolati grossolanamente
– SPRAY STACCANTE
– CIALDE o BISCOTTI
– STAMPI CILINDRICI in SILICONE

COME FACCIO?

1. SPRUZZO lo SPRAY STACCANTE all’interno degli stampi in silicone.

2. PREPARO il GELATO al CIOCCOLATO (nel frattempo, accendo l’ABBATTITORE):
– STENDO uno strato di gelato all’interno di ogni STAMPINO.
– FACCIO RAFFREDDARE nell’abbattitore o nel freezer.

3. PREPARO IL SEMIFREDDO:
– MONTO la PANNA.
– MONTO gli ALBUMI.
– FRULLO il TUORLO con lo ZUCCHERO fino a ottenere una crema spumosa.
– AMALGAMO delicatamente insieme la CREMA, la PANNA MONTATA, gli ALBUMI a NEVE, gli AMARETTI tritati e il CIOCCOLATO FONDENTE a pezzetti (il cioccolato fondente non è presente nella ricetta originale Bonvicini, ma ci sta benissimo…).
– STENDO uno strato di SEMIFREDDO sopra lo strato di cioccolato.
– FACCIO RAFFREDDARE nell’abbattitore o nel freezer.

4. PREPARO il GELATO alla VANIGLIA:
– STENDO uno strato di gelato alla vaniglia sopra quello di semifreddo.
– FACCIO RAFFREDDARE nell’abbattitore o nel freezer.

5. SERVO tra due CIALDE (o due BISCOTTI).

SODDISFAZIONE *****     PAZIENZA **

Avete visitato il mio sito www.drvaleriaderossi.it ?

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

12 Comments

  • comment-avatar
    Chiara DAcunto 20 agosto 2014 (12:02)

    Che meraviglia di tortine, non conosco quelle originali ma le tue sono super! Bravissima! Ciao ciao.

  • comment-avatar
    Ale 20 agosto 2014 (14:34)

    E' splendida!!!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 20 agosto 2014 (17:25)

    Beh, modestia a parte… devo ammettere che sono molto simili alle originali!!!
    Grazie, cara!

    Un abbraccio.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 20 agosto 2014 (17:26)

    Grazie, Ale!!!
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    consuelo tognetti 20 agosto 2014 (19:54)

    Posso solo immaginare il piacere consolatorio di questo dessert..dopo scuola sarebbe stato il miglior toccasana anche x la sottoscritta ^_^
    Peccato che le abbiano tolte di produzione :_( cmq tu ne hai reso giustizia..mi hai fatto venire l'acquolina 😛 Complimenti!

  • comment-avatar
    carmencook 20 agosto 2014 (21:09)

    Che bel post Valeria, è così bello e dettagliato nei particolari che per un attimo mi è sembrato di vederla quella gelateria!!
    Non conosco l'originale, ma la tua è davvero molto bella!!
    Complimenti!!!
    Un caro abbraccio e a presto
    Carmen

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 21 agosto 2014 (12:14)

    Ma sai che ho sentito che, qualche giorno fa, le hanno reintegrate nel loro menu???
    Telepatia?
    Comunque, ti assicuro che sono ottime!
    Bacioni.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 21 agosto 2014 (12:15)

    Sei sempre tanto cara, Carmen!
    Se passi da Verona, ti porto da "Bonvicini"…
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Latte e fiele 21 agosto 2014 (21:23)

    Cara Valeria, non ricordo se quando mi spostai a Verona fossero "in produzione". So per certo che la mia amica Letizia mi portò proprio da Savoia a prendere il mio primo gelato da neo-veronese, nell'estate del 2004. Io presi un cono, lei un mitico pinguino, che non avevo mai visto artigianale prima d'allora !

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 22 agosto 2014 (8:01)

    Cara Ilaria!!!
    Vedi? Anche i pavesi conoscono questi gelati…
    Un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    andreea manoliu 26 agosto 2014 (13:01)

    Una vera delizia !!! Claudia

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 26 agosto 2014 (14:35)

    Ma grazie, carissima!!!

    Valeria