PROFUMI E SAPORI D’ALTRI TEMPI: IL CASTAGNACCIO DE “LA CUCINA ITALIANA”

La ricetta è della mia rivista preferita, “La Cucina Italiana”.

Ho però modificato le quantità indicate per dar fondo a un sacchetto di farina di castagne da 500 gr.
Inoltre, ho ridotto l’uvetta (che in famiglia piace a pochi), aumentato i pinoli (che adoriamo) e utilizzato olio di riso al posto di quello d’oliva.

Il risultato?
Un profumo e un sapore d’altri tempi…

Grazie, “La Cucina Italiana”!

 

 

“IL CASTAGNACCIO”

CHE COSA SERVE?
– 500 gr. di farina di castagne
– 75 gr. di zucchero semolato
– 50 gr. di uvetta
– 50 gr. di pinoli
– un rametto (piccolo) di rosmarino
– 4 cucchiai di olio di riso (corrispondenti a circa 60 gr.)
– un po’ di olio per ungere la teglia
– 1 litro circa di acqua fredda (metà dell’acqua può essere sostituita con latte)
– sale

COME FACCIO?

1. METTO IN AMMOLLO l’UVETTA circa mezz’ora prima di utilizzarla.

2. PRERISCALDO il forno (ventilato) a 200°C.

3. MESCOLO nella planetaria: FARINA di CASTAGNE, OLIO di RISO, ZUCCHERO, SALE, ACQUA (deve risultare un impasto abbastanza liquido e senza grumi).

4. SPENNELLO con OLIO di RISO o d’OLIVA una PIROFILA del diametro di cm. 28.

5. VERSO il composto nella teglia e aggiungo l’UVETTA strizzata, metà dei PINOLI e la foglie di ROSMARINO.

6. INFORNO e cuocio per 10 minuti circa. Trascorso questo tempo, DISTRIBUISCO sulla superficie del castagnaccio i PINOLI rimasti.

7. CONTINUO LA COTTURA per altri 35 minuti circa (totale 45 minuti).

SODDISFAZIONE ***     PAZIENZA*

Avete visitato il mio sito www.drvaleriaderossi.it ?

 

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

21 Comments

  • comment-avatar
    giochidizucchero 26 gennaio 2014 (8:42)

    Ma che brava! Io nn mi ci sono ancora cimentata… nel frattempo assaggio il tuo! 😉 buona domenica!

  • comment-avatar
    Anonimo 26 gennaio 2014 (9:08)

    Appreciation to my father who shared with me about this weblog, this weblog is in fact amazing.

    Feel free to visit my homepage … Seo Services

  • comment-avatar
    consuelo tognetti 26 gennaio 2014 (9:53)

    Adoro il castagnaccio e questa versione alta e morbida, molto dolce è da provare! In Toscana lo facciamo basso basso e senza zucchero, il tuo sembra un vero e proprio dolce 😀 fantastico!
    Buona domenica cara <3
    la zia Consu

  • comment-avatar
    Monsieur Tatin 26 gennaio 2014 (15:31)

    Fantastico castagnaccio!
    con questo non si sbaglia mai, ammesso che piaccia davvero. Io in autunno ne feci una versione moderna lievitata, con le albicocche al posto della farina di castagne: è stato un successo assicurato.
    Come del resto, questo tuo classicissimo.
    Un abbraccio!
    Leo

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 26 gennaio 2014 (15:54)

    Come vorrei potertelo far assaggiare veramente!!!
    Bacioni.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 26 gennaio 2014 (15:55)

    Thank you!

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 26 gennaio 2014 (15:56)

    Io invece vorrei provare quello senza zucchero: tutte le versioni che conosco sono dolci!
    Grazie della tua consueta gentilezza.
    bacioni.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 26 gennaio 2014 (15:57)

    Una versione con le albicocche???
    L'hai postata, mi auguro!
    Grazie, carissimo.

    Valeria

  • comment-avatar
    carmencook 26 gennaio 2014 (17:32)

    Mamma quanto è bello il tuo castagnaccio, ne assaggerei molto volentieri una fetta!!
    Bravissima Valeria!!!
    Un mega bacio e buona serata
    Carmen

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 26 gennaio 2014 (17:50)

    Il castagnaccio è buonissimo, ma quanto è difficile da fotografare!!!
    Praticamente, è fotogenico come me…
    Un bacione, carissima.

    Valeria

  • comment-avatar
    salentina in cucina 26 gennaio 2014 (19:28)

    Questo catagnaccio è veramente stupendo, anche per me che non amo particolarmente i dolci a base di castagne…le tue foto rendono accattivanti anche quei piatti che normalmente non mi farebbero gola….ma si sa, anche l'occhio vuole la sua parte, quindi complimenti davvero!!!!!!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 27 gennaio 2014 (13:05)

    E' vero!!!
    L'avevo già vista e mi aveva colpito (ma noi nonni non abbiamo buona memoria…).
    Baci.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 27 gennaio 2014 (13:06)

    Sei troppo gentile, Serena!!!
    A presto.

    Valeria

  • comment-avatar
    Anna Luisa e Fabio 28 gennaio 2014 (19:08)

    Ma che meraviglia di ricetta! Io poi adoro questo tipo di preparazioni con le castagne. Viene una gran voglia di addentarne (più di) una fetta.

    Fabio

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 30 gennaio 2014 (18:36)

    Infatti, noi l'abbiamo smantellato in un batter d'occhio!!!
    Grazie della visita, Fabio.
    A presto.

    Valeria

  • comment-avatar
    Nella Crosiglia 30 gennaio 2014 (19:49)

    Solo mia nonna mia cara, riusciva a farlo in questa stupenda maniera e mi vengono in mente stupendi ricordi!
    Che delizia..e che meraviglia il titolo del tuo blog , che unisce la tua professione alla tua passione e alla nostra cura….
    Fantastico..
    Mi sono subito iscritta , sarei tanto felice in un tuo ricambio
    http://rockmusicspace.blogspot.it/
    Abbraccio della sera!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 31 gennaio 2014 (14:16)

    Ricambio con immenso piacere: il tuo blog è magnifico!!!
    Grazie della visita e arrivederci presto…
    Un abbraccio.

    Valeria

  • comment-avatar
    Alessia 31 gennaio 2014 (14:19)

    Ciao, passo per la prima volta nella tua "cucina". Complimenti, qui ci sono un sacco di cose buone!
    A presto, Alessia

  • comment-avatar
    Nella Crosiglia 31 gennaio 2014 (18:38)

    Smack alla mia Valeria!!!!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 1 febbraio 2014 (21:33)

    Grazie, cara Alessia!
    Ho visto anche il tuo blog: così versatile, così bello!!!
    Complimenti e bacioni.

    Valeria