“LA TORTA DEL NONNO”, OVVERO LA TORTA ALLO YOGURT DA “NIGELLISSIMA”

Diventare nonni è un’esperienza speciale.

Ne sa qualcosa il mio paffutello che, negli ultimi tempi, vive in adorazione del nuovo arrivato…

La prima torta che ho fatto dopo la nascita del nostro meraviglioso nipotino era volutamente semplice, ma è piaciuta a tutti moltissimo.

In particolare a nonno Andrea.
Tanto che, alla fine, è diventata “la torta del nonno”.

La ricetta è semplicissima.
L’ho presa da “Nigellissima” e, come mia abitudine, modificata leggermente.

Vi consiglio di tenere da parte e lavare un paio di barattolini da yogurt: puliti, sono comodissimi per misurare gli ingredienti!

 

 

 

 “LA TORTA DEL NONNO”

CHE COSA SERVE?

– 3 uova
– 250 gr. di zucchero (2 barattolini)
– 125 gr. di yogurt bianco (1 barattolino)
– 150 ml. di olio di riso (1 barattolino)
– 175 gr. (2 barattolini) di farina 00
– 75 gr. (1 barattolino) di amido di mais
– i semi di 1/3 di baccello di vaniglia
– la buccia grattugiata di 1/2 limone
– 2 cucchiai di latte
– 1 bustina di lievito vanigliato
– sale
– zucchero a velo
(tra parentesi, nel procedimento, il numero dei barattolini da utilizzare)

COME FACCIO?

1. PRERISCALDO il forno (ventilato) a 180°C.

2. MONTO A NEVE le 3 chiare d’UOVO.

3. FRULLO bene lo YOGURT (1) con i TUORLI, il LATTE e lo ZUCCHERO (2).

4. UNISCO l’OLIO (1), la VANIGLIA, la buccia grattugiata del LIMONE e frullo ancora.

5. AGGIUNGO un po’ alla volta, sempre mescolando e dopo averli setacciati, la FARINA (2), l’AMIDO DI MAIS (1) e il LIEVITO VANIGLIATO.

6. UNISCO infine gli ALBUMI montati a neve e MESCOLO delicatamente con una spatola in silicone, muovendola dal basso verso l’alto.

7. VERSO l’impasto in uno STAMPO piuttosto alto, del diametro di circa 22 cm, imburrato e infarinato.

8. CUOCIO per 45 minuti, o fino a quando il cake tester o uno stuzzicadenti, inseriti nella torta, ne usciranno puliti.

9. LASCIO RAFFREDDARE per 10 minuti il dolce sopra una griglia, lasciandolo nello stampo.

10. ROVESCIO la torta sulla griglia e la faccio raffreddare completamente, prima di servirla su un piatto da portata, spolverizzata con zucchero a velo.

SODDISFAZIONE ****     PAZIENZA **

Avete visitato il mio sito www.drvaleriaderossi.it ?

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

12 Comments

  • comment-avatar
    ileana conti 1 febbraio 2014 (18:00)

    Nigella è una garanzia e la tua versione è strepitosa!
    Buon fine settimana!

  • comment-avatar
    Francesca V 1 febbraio 2014 (18:22)

    Ciao Vale!Mi piace!Le cose semplici sono le più buone…presto la proverò e sarà molto contenta mia mamma che da un pò mi dice -ma invece di fare tutti quei dolci complicati….perchè non mi fai un bel ciambellone per la colazione??- ahaha!
    Un bacione,
    Fra

  • comment-avatar
    Francesca V 1 febbraio 2014 (18:23)

    E…troppo bello anche il tuo PDF!!!!Bravissima!!!!

  • comment-avatar
    carmencook 1 febbraio 2014 (20:27)

    Woooow Vale è bellissima!!!!
    Una sola domanda posso mettere l'olio di semi di mais al posto di quello di riso???
    Un mega abbraccio e buon fine settimana
    Carmen

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 1 febbraio 2014 (21:29)

    Che piacere ritrovarti, cara Ileana!!!
    Devo ammettere che, anche se come mito è un po' in decadenza, Nigella è spesso una grande…
    Ti mando un bacione.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 1 febbraio 2014 (21:30)

    Parola di zia: la farai felice!!!
    Un bacione, cara nipotina!

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 1 febbraio 2014 (21:30)

    Grazie, cara!!!

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 1 febbraio 2014 (21:31)

    Secondo la dea va bene un qualsiasi olio vegetale. Con l'olio di riso mi trovo benissimo perché non lascia alcun retrogusto…
    Un bacione, carissima!

    Valeria

  • comment-avatar
    SeV a colazione 1 febbraio 2014 (22:15)

    Ciao Valeria, ho scoperta delle ricette molto interessanti sul tuo blog!
    Ci siamo unite ai tuoi lettori fissi, se ti va di ricambiare ci trovi qui:
    http://www.sevacolazione.blogspot.it
    V

  • comment-avatar
    salentina in cucina 2 febbraio 2014 (16:26)

    Bravissima come sempre Valeria, è semplicemente perfetta!!!! Anch'io uso spesso l'olio di riso e mi trovo benissimo

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 3 febbraio 2014 (10:07)

    E io mi sono unita con entusiasmo al vostro blog, che è stratosferico!!!
    Un bacione e grazie della visita.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 3 febbraio 2014 (10:09)

    Eh, già: l'olio di riso è fantastico perché non lascia alcun retrogusto, soprattutto nei dolci.
    Ti mando il consueto bacione…

    Valeria