IL TALLONE DI ACHILLE & LA TORTA CON RICOTTA E CIOCCOLATO

Non lo so fare.
Mi mette in ansia.
Neanche mi piace.
Ma ogni tanto mi tocca.

Decorare i dolci, intendo.

Stavolta, però, la Manu mi ci ha costretta, commissionandomi per il suo compleanno l’ultima torta che avrei voluto fare.
Ho cercato in ogni modo di dissuaderla, ho protestato, ho tergiversato.
Ma lei è la degna figlia del Paffu: quando dice una cosa, è quella.
E poi la Manu è la Manu: la mia “stella”, la mia “tata”, quella a cui non so dire di no.

 

DSC_0909_1_600

 

Alla fine, dunque, mi sono arresa.
Sabato sera, ho mandato a nanna la mia metà e mi sono messa a impastare.
Stanca morta, ho sbagliato le dimensioni della teglia e la regolazione del forno.
Nonostante ciò, il biscotto aveva un sapore eccezionale.

Per i miei gusti -non amo particolarmente le creme- mi sarei fermata qui.
Ma la richiesta prevedeva una farcitura.
E così, domenica mattina, in barba a ogni mia regola non scritta, ho montato ricotta e panna e assemblato il tutto.

L’attesa per vedere il risultato mi è sembrata eterna.
Sicuramente, non ripagata dalla visione dello pseudo-Oreo fuori misura (e dalla forma irregolare) uscito dal freezer.

 

DSC_0906_1_600

 

Ero demoralizzatissima.
Volevo buttare via tutto e comprare una torta in pasticceria.

La Manu, irremovibile, me l’ha proibito.

Per colmo di sfortuna, il dolce non era neanche tanto bello.
Così, per salvare almeno le apparenze, ho cercato di decorarlo con quello che avevo in casa: glassa pronta, le fragole del contadino, le foglie della menta ricevuta da Morena e da Carlotta.

Come volevasi dimostrare:
non lo so fare,
mi mette in ansia,
neanche mi piace,
quasi mai mi riesce.

Decorare i dolci, insomma, può essere considerato il mio tallone di Achille.
E le immagini di questo post lo confermano.

Nonostante ciò, la TORTA CON RICOTTA E CIOCCOLATO che ho preparato per il compleanno di Manu si è rivelata un successo.
Ed è stata apprezzata da tutti.
In particolar modo dalla festeggiata.
Per la quale l’avevo preparata con tutto il mio affetto.

 

DSC_0887_1_600

 

 

LA TORTA CON RICOTTA E CIOCCOLATO

PREPARAZIONE: 30 min + 4 ore di congelamento
COTTURA: 15 min
TORTIERA: 22 cm + 24 cm

CHE COSA SERVE?

  • PER IL BISCOTTO:
  • 4 UOVA a temperatura ambiente
  • 100 g di ZUCCHERO SEMOLATO
  • 140 g di NOCCIOLE tostate e sgusciate
  • 25 g di FARINA 00
  • 25 g di AMIDO di FRUMENTO
  • SALE
  • 30 g di CACAO ZUCCHERATO
  • 30 g di CACAO AMARO
  • 1 cucchiaino di LIEVITO VANIGLIATO
  • 80 g di BURRO fuso (fuso, non solo ammorbidito)
  • PER LA FARCITURA:
  • 350 g di RICOTTA di PECORA
  • 150 g di ZUCCHERO SEMOLATO
  • i semi di 1/2 BACCA di VANIGLIA
  • 400 g di PANNA FRESCA
  • 300 g di PEPITE oppure di GOCCE di CIOCCOLATO
  • PER DECORARE:
  • GLASSA PRONTA al cioccolato
  • FRAGOLE fresche
  • FOGLIE di MENTA a piacere

COME FACCIO?

  1. PRERISCALDO il forno (ventilato) a 180°C.
  2. CON LA PLANETARIA o le fruste elettriche, monto le UOVA con lo ZUCCHERO per circa 15 minuti. Il risultato sarà un composto molto gonfio e spumoso.
  3. NEL FRATTEMPO, frullo le NOCCIOLE insieme alla FARINA 00 e all'AMIDO di FRUMENTO. Durante l'operazione, interrompo più volte il robot per evitare che le nocciole rilascino il loro olio.
  4. MUOVENDO delicatamente la spatola dal basso all'alto, unisco A MANO alle uova ormai montate con lo zucchero le NOCCIOLE tritate, la FARINA 00, l'AMIDO di FRUMENTO, un pizzico di SALE, il LIEVITO VANIGLIATO, il CACAO ZUCCHERATO e il CACAO AMARO setacciati.
  5. SEMPRE con movimenti delicati per evitare di smontare l'impasto, incorporo il BURRO fuso.
  6. DIVIDO il composto in due parti e lo distribuisco in due TORTIERE da 24 cm ciascuna, foderate con CARTA FORNO.
  7. INFORNO e cuocio singolarmente i due biscotti per circa 15 minuti. Devono rimanere morbidi.
  8. LI FACCIO RAFFREDDARE su una griglia.
  9. NEL FRATTEMPO, preparo la CREMA: monto per almeno 5 minuti la RICOTTA sgocciolata con lo ZUCCHERO e i semi di VANIGLIA.
  10. MONTO la PANNA.
  11. MESCOLANDO delicatamente dal basso verso l'alto, unisco a mano la PANNA all'IMPASTO di ricotta, zucchero e vaniglia, aggiungendo anche le PEPITE o le GOCCE di CIOCCOLATO,
  12. AIUTANDOMI con un coppapasta (o con la base di una tortiera), TAGLIO i due biscotti a un DIAMETRO di 22 cm.
  13. APPOGGIO l'anello esterno di una tortiera da 22 cm (o uno stampo da pasticceria regolato alla stessa misura) su un PIATTO da PORTATA. Lo FODERO con un nastro di ACETATO.
  14. INSERISCO sul fondo il primo BISCOTTO. Verso la CREMA sopra il biscotto e la livello con una spatola. Copro con il secondo disco di BISCOTTO, praticando una leggera pressione.
  15. FACCIO CONGELARE per almeno 4 ore nell'abbattitore o nel freezer.
  16. PORTO a ebollizione dell'acqua in un pentolino. Tolgo dal fuoco e immergo la busta della GLASSA. La lascio nell'acqua calda per almeno 7/8 minuti. STENDO la GLASSA sulla superficie superiore del solce, facendo scendere delle gocce lungo la circonferenza.
  17. TOLGO dal freezer una decina di minuti circa prima di servire, e decoro con FRAGOLE e foglie di MENTA.

I MIEI APPUNTI

ROBOT: Ho usato la planetaria KitchenAid e le fruste elettriche, ma questa ricetta può essere eseguita anche con altri robot o a mano. - FORNO: Quelli indicati nella ricetta sono tempi e temperature di cottura effettivi (la temperatura è stata misurata con termometro a sonda) per il forno Gaggenau; per altri forni, potrebbero essere diversi. Se non indicato diversamente nel testo, la cottura avviene ponendo il cibo al secondo livello del forno, incominciando dal basso. - INGREDIENTI: Se non indicato diversamente nel testo, le uova utilizzate sono di misura media e a pasta gialla. - FONTE: Questo dolce è liberissimamente ispirato alla Torta di ricotta e pere di Sal De Riso, che ringrazio.

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

2 Comments

  • comment-avatar
    Cristiana 27 maggio 2017 (20:53)

    Macché non sai decorare …. Vale è bellissima e credo anche buonissima . Brava super chef 😘

    • comment-avatar
      Pane per i tuoi denti 30 maggio 2017 (2:54)

      Ciao, Cristiana!

      Grazie di cuore del commento, anche se penso che tu sia un po’ troppo indulgente!
      La torta è veramente buona. E se te lo dice una che non ama le creme…

      Un bacio enorme.

      Valeria