CUCINIAMO CON LA NONNA CAROLINA: IL MINESTRONE DI PATATE E FAGIOLI

NONNAAA!!!
Ma che cosa stai combinando?

Sei stata tu, vero, a far cadere la prima pedina di questo domino mediatico in cui ancora non mi raccapezzo!

“La Cucina Italiana”, il quotidiano veronese “L’Arena”, due emittenti private locali… E tu, in questo percorso, sei sempre stata al mio fianco: citata in ogni articolo e in tutte le interviste.

Lo so, non ho mai mancato di rimarcare che non mi hai lasciato alcuna nota scritta. Perdonami, ma avrei sempre desiderato avere a disposizione il tuo quaderno delle ricette!

Mi hai però trasmesso il tuo amore per la cucina: una cucina fatta di sapori essenziali che, invecchiando, apprezzo sempre di più.

Il tuo minestrone di patate e fagioli è fatto di nulla: non ci sono soffritti né condimenti.

Ma ha il sapore tenerissimo della mia infanzia con te.

Ti voglio bene, nonna Carolina!

 

 

“IL MINESTRONE DI PATATE E FAGIOLI DELLA NONNA CAROLINA”
(io l’ho fatto con l’AMC Secuquick, ma si possono usare anche pentole normali o a pressione di altro tipo)

CHE COSA SERVE?

– 500 g di FAGIOLI BORLOTTI LAMON secchi
– 3 l di ACQUA circa
– 3 PATATE MEDIE (+ 2 o 3 da mangiare a parte)
– 2 o 3 cucchiaini di DADO VEGETALE BIMBY (oppure 2  o 3 DADI VEGETALI di altro tipo)
– 1 CROSTA di PARMIGIANO privata della parte esterna (facoltativa)
– 1 rametto piccolo di ROSMARINO legato con un filo (facoltativo)

COME FACCIO?

1. METTO i FAGIOLI in ammollo in acqua fredda la sera prima.

2. IL GIORNO DOPO, SCOLO i FAGIOLI e li metto nella pentola AMC Secuquick con circa 3 l d’ACQUA fredda.

3. AGGIUNGO le PATATE precedentemente sbucciate, il DADO, il PARMIGIANO (facoltativo) e il rametto di ROSMARINO (facoltativo).

4. CHIUDO la pentola e porto in temperatura (settore turbo).

5. CUOCIO per 20 minuti.

6. RAFFREDDO la pentola sotto l’acqua corrente e APRO il coperchio.

7. TOLGO le PATATE da mangiare a parte (tiepide e condite con un filo di olio d’oliva, sono il cibo migliore al mondo!!!) e il PARMIGIANO (altra meraviglia!).

8. CON un MESTOLO forato, tolgo dal minestrone due o tre manciate di FAGIOLI lessati. Possibilmente senza scottarmi, SELEZIONO manualmente i migliori, che rimarranno interi nella passata che farò successivamente.

9. RIMUOVO il rametto di ROSMARINO.

10. FRULLO con il MiniPimer il minestrone; lo SETACCIO con un passaverdura.

11. UNISCO al minestrone i FAGIOLI precedentemente selezionati.

12. SERVO accompagnato da PARMIGIANO grattugiato e un filo d’OLIO extra vergine di oliva.

N.B.: Aggiungendo un po’ di brodo vegetale e pasta tipo maltagliati, ottengo una deliziosa PASTA e FAGIOLI.

SODDISFAZIONE *****     PAZIENZA ***

Avete visitato il mio sito www.drvaleriaderossi.it ?

 

VI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...

8 Comments

  • comment-avatar
    andreea manoliu 6 febbraio 2015 (14:13)

    Mi piacciono tantissimo questi piatti, morbidi ed avvolgenti ! Buon weekend !

  • comment-avatar
    Patrizia M 6 febbraio 2015 (15:42)

    Ma lo sai che anche noi usiamo mettere la crosta del parmigiano nella pentola dei fagioli? Tenerissimo il ricordo della tua nonna… bellissimo il tuo minestrone che credo come sapore sia buonissimo, altro che fatto di niente… Ho visto tutte le pagine a te dedicate da quando sei approdata su "La cucina italiana" ed ho gioito con te. Meriti questo e tanto di più, perchè sei brava e hai talento e perchè ci credi in quello che fai !!! Un abbraccio grande mia famomissima Valeria , continua così !!!! Patrizia

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 6 febbraio 2015 (16:35)

    E quanto è buona, quella crosta, Patrizia?
    La nonna mi metteva sempre via il parmigiano e una patata: li nascondeva nel forno perché li trovassi al ritorno da scuola…
    Leggendo la ricetta, si potrebbe pensare che questo minestrone (completamente scondito) sia insipido, ma domanda il parere del Paffu!!! Neanche ci mette il filo d'olio…
    Sei sempre troppo gentile con me, Patrizia cara: non credo di essere famosa, né brava, né di avere talento. Ma su una cosa hai ragione da vendere: credo in quello che faccio!
    Ricambio l'abbraccio con tanto tanto affetto.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 6 febbraio 2015 (16:38)

    Al giorno d'oggi, il minestrone della nonna Carolina, lo chiamerebbero sicuramente "comfort food"…
    Grazie, cara!
    Buon week end anche a te.

    Valeria

  • comment-avatar
    Ale 6 febbraio 2015 (17:54)

    A casa mia sarebbe spazzolato in un minuto!!!

  • comment-avatar
    Michela Sassi 6 febbraio 2015 (18:37)

    Anche io la faccio cosi… adorabile la tua nonna… un bacione e bravissima come sempre!

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 7 febbraio 2015 (10:50)

    Beh, se è per questo… anche a casa mia!!!
    Grazie, Ale.
    Un abbraccio.

    Valeria

  • comment-avatar
    Pane per i tuoi denti 7 febbraio 2015 (10:51)

    Grazie di aver definito "adorabile" la nonna Carolina, cara Michela!
    Grazie anche per gli (immeritati) complimenti.
    Un bacione.

    Valeria